mercoledì 18 maggio 2011

Asura : il terzo volto del male.


Bisogna conoscere in profondità l'operato di molti supremi cultori delle scienze esoteriche, per capire quanto ci sia del vero o meno nelle loro parole, almeno per chi ha bisogno di verificarlo con dei fatti.
Bisogna vedere, scavando nelle loro opere, se ci sono segnali di un'indagine dei fatti, soprattutto futuri, che colpisce nel segno, per verificare poi, altre possibili previsioni e cercare di capire dove e se si stanno attuando.
Ed ecco, vediamo Helena Petrovna Blavatsky parlare di atomi, in senso neanche troppo esoterico, prima della loro scoperta ufficiale (un pò come faceva Democrito, del resto...) o Gurdjieff dire che "l'addormentamento" generale, sarebbe aumentato, senza ancora sapere degli effetti dei vari media, su di noi.
Ci stanno affermazioni di Rudolf Steiner, che, credetemi, in quest'ottica, vale la pena di vagliare.
Ad esempio, nella sua descrizione del mondo elementare, dice che" l'osservatore influenza la realtà che lo circonda", tant'è che bisogna stare attenti, perchè se questo non si comprende bene, potrebbe essere più dannoso che altro: affermazione che,  soprattutto nella prima parte, sembra una chiara anticipazione (o diversa visione) di quello che i fisici quantistici affermano da un bel pò(ma come già veniva, più ermeticamente affermato, in verie discipline spirituali orientali, si veda il "Tao della fisica" di F. Capra), una descrizione fatta con una dovizia di particolari tali che, sembra difficile pensare che sia frutto di fantasia.
O ancora, Steiner, afferma che una delle due potenze ostacolatrici, quella Arimanica, quella che ha nella materialità il suo capisaldo, stia creando una razza ibrida-asettica, invisibile all'uomo, per cercare di prendere il controllo sulla terra(Le entità ostacolatrici - serie di conferenze dell'inizio del '900).
Ricorda niente?
Altri sono punti di contatto tra quelli che egli affermava ed il passato remoto(che ancora non si conosceva) e quello futuro, ma mi fermo qua.
Al solito, i nomi hanno il loro valore relativo, in alcuni casi, in altri sono fondamentali, altre volte ancora,  bisogna stare attenti.
Perchè questa premessa?
Perchè proprio il fondatore dell'antroposofia, parla di una terza entità, oltre a quella Luciferica( spiritualità ingannatrice) e quella arimanica( materialismo come unica verità), ovvero quella corrispondente al nome di "Asura".
Nome di derivazione sanscrita (sancrito Vedico), indicava delle divinità che sono, per molti aspetti, assimilabili ai titani della mitologia greca, a causa della loro collocazione mitologica :originariamente nascevano come buone entità, ma in seguito alla loro detronizzazione da parte di alcune Deva, inizieranno ad assumere aspetti negativi, fino a diventare demoni.
L'utilizzo che Steiner fa dei nomi delle entità ostacolatrici, è spesso sopra le righe, più funzionale alle loro qualità che per una inquadratura storica-mitologica, ma sicuramente, è molto più corretta di quello che ci deriva da blande conoscenze religiose exoteriche( soprattutto per quanto riguarda Lucifero)
Nella sua celebre conferenza in cui parla di tutte e tre le categorie di creature avverse all'uomo(ma, utili in passato per il suo sviluppo, ognuna per motivi diversi) pone l'accento su le entità "asuriche" come quelle che più nel futuro(rispetto a quando parla lui) avrebbero preso potere.

Ecco alcuni passaggi degni di nota.

"E nell’epoca che ora verrà, saranno delle entità spirituali denominate gli ASURA che si insinueranno nell’anima cosciente, e perciò in quello che chiamiamo l'Io dell’uomo (perché l'Io sorge nell’anima cosciente). Gli Asura svilupperanno il male con una forza anche più intensa di quella delle potenze sataniche nell’epoca atlantica o degli spiriti luciferiche nell’epoca lemurica"

"Perché questi spiriti riusciranno ad ottenere che tutto quanto sia da loro afferrato (ed è proprio la zona più profonda ed intima dell’uomo, l’anima cosciente con l'Io) che l'Io dell’uomo si congiunga con la sfera materiale della terra.Pezzo per pezzo, verranno estirpate dall’io le sue parti; e man mano che gli spiriti asurici si stabiliranno entro l’anima cosciente, l’uomo dovrà lasciare sulla terra, via via, le parti della sua esistenza"

"Quanto cade preda delle potenze asuriche è irrevocabilmente perduto. Non è che l’uomo debba cadere intero in loro mano; ma dallo spirito dell’uomo verranno tagliati fuori ad opera delle potenze asuriche, dei pezzi. "


Prosegue, poi, descrivendole come portatrici dell'idea di un super-materialismo, che sarà giustificato anche dal punto teoretico, che renderà l'uomo totalmente schiavo.
Anche R. Guenòn, accenna diffusamente al termini "Asurico" (contrapposto a quello "Vedico") per indicare aspetti bassi, inferiori, rispetto all'uomo, tutto quello che è propriamente detto "sub-umano".

La mia interpretazione di tutto questo, è piuttosto semplice: Le entità asuriche, essendo in conflitto con quelle luciferiche e arimaniche( lotta che si ha tra le tre, da sempre, come si ha in ogni aspetto della realtà, quando si vuole avere controllo) hanno intrapreso la terza via possibile, quella del meccanicismo-spirituale, della tecnologia che regala con immagini ,descrizioni e ogni tipo di mezzo tecnologico quello che non può essere riportato nella nostra realtà di "materia secunda", attaccando la spiritualità deviatà e onirica(ma reale) di Lucifero ed il materialismo asettico di Arimane.
Non voglio fare connessioni evidenti con quello che l'ufologia, la ricerca nel campo alieno o dell'ultima ricerca "esoterica" affermano , perchè non è quello che mi riguarda e, come ho detto, non mi interesso del valore assoluto del nome(tanto più se fuoriesce da descrizioni di comodo, più che da riflessioni ontologiche), ma inizierei a riflettere su come questa terza via dell'involuzione dell'uomo stia agendo e di come certi scienziati, diventino illuminate guide per tutti, ammettendo che quello che loro dicono, è totalmente provato dalla scienza o teorie scientifiche, come sempre più persone inizino a seguire idee per loro inattaccabili, solo perchè ne hanno le prove(effettive o statistiche, comunque scientifiche), come si tenti di arricchire la già auto-sufficiente tradizione esoterica, con connessioni che servono solo per proiettare l'idea di potenza e l'inconscia sete di potere, in quello che è un cammino fatto di tutt'altro.
Chi è vittima di queste entità, chiamatele come volete, vedetele come volete, non lo sa.
C'è buio al suo interno e luce fuori, un faro che strappa le vittime materialiste ad Arimane, perchè finalmente hanno prove per vedere oltre il materiale( o così credono), vittime a Lucifero, perchè permette loro di arrivare prima, con voracia, dove pensano di realizzarsi: i nomi di coloro che sono letteralmente manovrati da Asura, dai tanti Asura, li potete immaginare da voi, se volete immaginarli.
Renè Guènon, scriveva che sarebbe arrivato il momento in cui una tecnologia(in senso lato) avrebbe attaccato la tradizione, millenaria e direttamente collegata con la natura dell'uomo, tradizione già finita e perfetta, di per sè e che, se qualcuno, avesse provato ad arricchire un qualcosa di già finito, il suo scopo sarebbe stato l'opposto: ricordo che un conto, come nel simbolismo, è notare analogie (come tra esoterimo e scienza, anche se il valore dell'esoterismo che anticipa la scienza, passatemelo, è ben altra cosa), un conto è dare risposte, definitive e stravolgere, secondo le proprie idee, quello che è evidentemente già a sè stante.
Liberi di seguire chi volete, ma , alla fine, vi dico pure di non fidarvi di quello che avete letto sopra, se vi sembra astruso e vi crea fastidio, qui non si ha la verità assoluta, come non ce l'avevano Steiner o altri, ma solo la necessità di continuare un discorso, che, realmente, si perde nelle nostre origini, legato al simbolismo e alla sua costante presenza intorno a noi: per far questo bisogna necessariamente evitare argomentazioni quantitative e meccanicistiche, altrimenti si è già perso, l'intelletto non c'entra niente, come risposta a logica, memoria ed ipotesi, il barrarsi dietro alla logica è avere già accolto al proprio interno la propria entità distruttrice e questo lo dico pure in veste di musicista.

Vi lascio con quello in cui ultimamente si trova il termine "Asura" e sono tutti prodotti degli ultimi anni che hanno come target bambini/adolescenti.

Nell' anime e nel manga Soul Eater Asura è l'antagonista principale che viene risvegliato dopo essere stato imprigionato molto tempo prima da Shinigami-sama.
In Final Fantasy IV Asura è la regina degli Eidolon. Ha l'aspetto di una donna ingioiellata, con quattro braccia e tre volti, ed invocandola può utilizzare una magia curativa casuale a seconda della faccia scelta da motore di gioco.
In Guild Wars gli Asura sono una razza tecnologicamente avanzata che vive sotto terra.
In Rappelz gli asura sono una razza orientata all’oscurità. Sempre in questo MMORPG vi è anche la classe dei Deva razza basata sull’elemento “luce”.
In One Piece, Zoro è capace di impiegare una tecnica denominata "Ashura", con cui acquisisce tratti tipici della raffigurazione tradizionale di questi ultimi.
In Naruto, una delle vie di Pain è detta "Ashura", e si riferisce al mondo dei demoni.










2 commenti:

  1. http://sabatoxuomo.altervista.org/sulla-manomissione-della-triarticolazione-di-r-steiner-pdf-.html

    RispondiElimina
  2. C'era anche il personaggio androgino del barone Ashura in Mazinga Z.

    RispondiElimina